Indietro
Gli impianti acustici aiutano le persone con disabilità uditive, tra cui molti anziani, a comunicare, permettendo loro di partecipare alle attività che si svolgono nelle diverse categorie di costruzioni.

Secondo quanto definito nella norma SIA 500 «Costruzioni senza ostacoli», gli impianti acustici fanno parte dei dispositivi specifici per la categoria delle costruzioni accessibili al pubblico; i loro aspetti essenziali sono trattati al punto 7.8. I dispositivi specifici sono dispositivi o provvedimenti che rendono una costruzione accessibile e utilizzabile da parte di persone con disabilità (Terminologia, punto 1.1).

Per gli impianti acustici si tenga conto anche delle Interpretazioni alla Norma SIA 500, 2018, A15 *.

Sportelli

In presenza di sportelli con separazione di vetro fissa tra i clienti e il personale, il 20% degli stessi e come minimo 1, devono essere dotati di un interfono e un impianto acustico induttivo rispondente ai seguenti requisiti (punto 7.4.5 e Allegato A.3.2):

  •  l’intensità del campo magnetico degli impianti acustici induttivi deve rispettare i valori indicati nella norma SN EN 601118-4, con una tolleranza compresa tra + 3 dB e – 6 dB
  • i valori dell’intensità del campo magnetico devono essere rispettati in uno spazio di almeno 0.50 m di larghezza, 0,30 m di profondità, distanza dal fronte dello sportello compresa tra 0.35 e 0.55 m
  • i valori dell’intensità del campo magnetico devono essere rispettati in uno spazio di almeno 0.80 m di altezza, partendo da 0.90 m sopra al suolo

 

Gli sportelli muniti di impianto acustico induttivo devono essere contrassegnati secondo quanto indicato al punto 7.4.5:

  • cartello con il simbolo (pittogramma) degli impianti acustici
  • posizionamento dell’informazione visiva a max. 1.60 m da terra
  • contrasto di luminosità tra i caratteri/simboli e lo sfondo di livello di priorità I (contrasto di Michelson C ≥ 0.6)

Per ulteriori informazioni si veda anche l’articolo «Sportelli, ricezioni e terminali»

Impianti acustici

Negli edifici accessibili al pubblico, i luoghi di riunione con superfici di una determinata estensione o in cui siano presenti impianti di diffusione sonora non destinati esclusivamente a rappresentazioni musicali devono essere muniti di un impianto acustico (per ipoacusici).

L’installazione di un impianto acustico è necessaria nei seguenti spazi (punto 7.8.1.1):

  • luoghi di riunione, auditori, sale multiuso, sale multiuso, luoghi di culto ecc. con superfici superiori a 80 m2 (valore di riferimento)
  • in luoghi di riunione forniti di impianto di diffusione sonora non adibito esclusivamente a rappresentazioni musicali

La presenza di impianto acustico all’interno di un determinato ambiente deve essere segnalato all’ingresso tramite l’apposito simbolo (punto 7.8.1.3).

Tipologia di trasmissione

  • di preferenza impianti a trasmissione induttiva e secondo le prescrizioni della norma SN EN 60118-4  (punti 7.8.1.2, 7.8.2.1)
  • per gli impianti con trasmissione a infrarossi o radio, è necessario fornire ricevitori con dispositivi a loop induttivo o cavi di collegamento all’apparecchio acustico (punto 7.8.1.2)
  • per determinare il numero di ricevitori che devono essere messi a disposizione del pubblico, bisogna attenersi a quanto indicato nelle Interpretazioni alla Norma SIA 500, 2018, A15 * (valori di riferimento):
    – per sale riunioni come auditorium, sale, sale polifunzionali, spazi di culto, ecc: min. 10 ricevitori con collare ad induzione magnetica
    – per sale riunioni con più di 100 posti a sedere: min. 5-10% e in ogni caso non meno di 10 ricevitori
    – in situazioni in cui si preveda un’elevata presenza di persone portatrici di apparecchio acustico, è necessario aumentare adeguatamente il numero di ricevitori da predisporre

Campo di ricezione dell’impianto acustico induttivo

  • nei luoghi di riunione (punto 7.8.2.2) il campo di ricezione copre
    di preferenza tutti i posti adibiti agli spettatori
    – ovvero minimo il 20% dei posti adibiti agli spettatori
  • se il campo di ricezione della trasmissione per via induttiva copre solo una parte dei posti destinati al pubblico, il settore “coperto” deve trovarsi nelle vicinanze del podio o palcoscenico e permettere il contatto visivo con l’oratore
  • è fondamentale che anche il podio/ palcoscenico si trovi nel campo di ricezione dell’impianto acustico induttivo, affinché gli oratori con un handicap auditivo possano partecipare ad eventuali conversazioni e discussioni e interagire con il pubblico
  • nell’area spettatori delle palestre/palazzetti dello sport, il campo di ricezione va esteso di preferenza a tutti i posti e in ogni caso deve coprirne almeno al 20% (Allegato A.8.3)
  • negli spazi riservati agli spettatori delle costruzioni e strutture per il tempo libero, lo sport e lo svago le informazioni acustiche devono essere trasmesse anche visivamente, secondo il “principio dei due sensi” (Allegato A.8.2 e Interpretazioni alla norma SIA 500, 2018, A14*).

 

Aggiornato al 26.04.2021

 

*Interpretazioni alla norma SIA 500, 2018

Nelle interpretazioni della norma SIA 500:2009 pubblicate nel 2018, si trovano commenti, delucidazioni e interpretazioni su varie tematiche che precisano le esigenze esposte nella norma. Le Interpretazioni alla norma SIA 500 sono disponibili in francese tedesco.