Indietro
Le zone di ingresso degli edifici residenziali devono soddisfare requisiti specifici che ne garantiscano l'accessibilità senza ostacoli anche alle persone con disabilità.

Nei casi in cui la Legge sui disabili (LDis) o le leggi cantonali sulla costruzione richiedono un accesso senza ostacoli all’abitazione, le esigenze correlate riguardano l’accesso dallo spazio pubblico fino alla porta dell’appartamento. Questo articolo descrive i requisiti minimi relativi agli ingressi degli edifici riportati al capitolo 9 della norma SIA 500 «Costruzioni senza ostacoli». I criteri da rispettare per i percorsi d’accesso sono invece riportati nell’articolo «Percorsi e spazi esterni di accesso alle costruzioni con appartamenti».

Un aspetto prioritario per l’accessibilità dell’edificio è l’assenza di gradini lungo il percorso di accesso, tanto negli spazi esterni quanto nella zona d’ingresso dell’immobile. Residenti e visitatori con e senza disabilità devono poter utilizzare lo stesso ingresso. Solo in casi eccezionali (p.es. nel caso di ristrutturazioni) è ammesso un accesso senza ostacoli separato da quello principale.

Le cassette per le lettere, i citofoni, i campanelli ecc. devono poter essere utilizzabili autonomamente anche dalle persone con disabilità motorie, visive o uditive. È necessario tener conto delle esigenze relative all’azionamento delle porte, agli  spazi di circolazione e di manovra (p.es. spazio per rotazione di 90° di una sedia a rotelle = min. 1.40 x 1.40 m). Una zona di ingresso progettata in maniera semplice e con contrasti visivi adeguati può essere di aiuto per le persone con disabilità visive. 

La versione integrale dell’articolo, disponibile in francese e tedesco, riporta informazioni dettagliate e raccomandazioni riguardo a diversi aspetti delle zone di ingresso (pavimenti, percorsi e rampe, porte), ai dispositivi di comando (altezza di installazione, informazioni e istruzioni principali, spazi liberi davanti ai dispositivi, protezione dagli infortuni, porte di ingresso all’immobile telecomandate), alle scale (esterne e interne) e all’illuminazione.

 

Aggiornato al 26.11.2018