I pavimenti devono essere realizzati in modo tale da permettere anche alle persone con una disabilità fisica o sensoriale di spostarsi senza problemi e in sicurezza.

Ai capitoli 9 e 10, la norma SIA 500 «Costruzioni senza ostacoli» descrive i requisiti specifici da soddisfare per realizzare pavimenti senza ostacoli nelle costruzioni con appartamenti. Nell’allegato B sono invece riportati i requisiti generali fondamentali relativi ai pavimenti, suddivisi nei tre criteri «Transitabilità con sedie a rotelle e simili, percorribilità e sicurezza antisdrucciolo», che definiscono l’«idoneità dei rivestimenti per pavimenti (nuovi)».

Requisiti relativi a pavimentazioni e rivestimenti per pavimenti nelle costruzioni con appartamenti

  • in generale, tutti i pavimenti devono essere piani, senza gradini né soglie (punti 9.1.1 e 10.1.1). All’interno dell’edificio essi devono essere orizzontali (cioè privi di differenze di quota); fanno eccezione le rampe di collegamento tra il parcheggio e le scale o l’ascensore, negli altri casi le rampe sono ammesse con riserva (punto 9.1.2)
  • se è presente una pendenza per lo smaltimento delle acque, come p. es. nei parcheggi, essa dovrebbe essere disposta lungo la direzione principale di marcia. Nel caso in cui la pendenza sia invece perpendicolare al senso di marcia, essa non deve superare il 2% (punto 9.7.1). Se la pendenza è superiore a 2%, il pavimento della superficie inclinata deve soddisfare le esigenze relative alle rampe (capitolo 9.4).

Raccomandazioni del Centro

  • Pendenza per lo scolo delle acque nelle zone di accesso esterne (p. es.sui percorsi esterni)  ≤ 2%
  • nelle costruzioni con appartamenti, tutti i pavimenti compresi tra l’accesso e le porte d’ingresso delle singole abitazioni devono essere transitabili con ausili alla mobilità, percorribili a piedi e antisdrucciolo (punto 9.1.1 e Allegato B)
  • i pavimenti di ripostigli e lavanderie esterni agli appartamenti devono essere transitabili con ausili alla mobilità, percorribili a piedi e antisdrucciolo (punti 10.5.1, 10.5.2 e Allegato B)
  • le docce dovrebbero essere realizzate di preferenza a filo pavimento e senza soglia (punto 10.2.5)
  • in corrispondenza di parcheggi adatti alle sedie a rotelle, i pavimenti devono essere piani, con pendenza max. 2 %. Essi devono risultare »molto idonei« rispetto alla valutazione dei criteri di transitabilità con mezzi e sicurezza antisdrucciolo ai sensi dell’allegato B alla norma SIA 500 (Idoneità dei rivestimenti per pavimenti) (punto 9.7.1)
  • se il pavimento presenta giunti, essi non devono essere più larghi di 10 mm sein. In caso di larghezze maggiori, i giunti devono essere riempiti completamente e lisciati in modo durevole (Allegato B.2 e punto 3.2.7)
  • la percorribilità dei rivestimenti è peggiorata dall’aumento del numero di giunti e fessure, nonché dalla loro profondità e larghezza (Allegato B.2)
  • tener conto del fatto che l’ubicazione, l’uso e le condizioni di usura influiscono notevolmente sulle caratteristiche dei rivestimenti, che mutano quindi in seguito all’uso, allo sporco e alle intemperie e possono variare anche da un punto all’altro (Allegato B.3 e tabella 7 dell’allegato B).

Raccomandazioni del Centro e dell’Ufficio prevenzione infortuni (upi)

  • Rivestimenti per gli accessi esterni: duri, piani e antisdrucciolo;
    particolarmente idonei: rivestimenti in asfalto e con lastre, posate in maniera precisa e accurata; poco idonei: lastre di calcestruzzo lavato con superficie strutturata e rivestimenti legati ad acqua (marna) ben laminati; non idonei: pavimentazioni di ghiaia, elementi grigliati per tappeti erbosi e rivestimenti a lastre con giunti larghi
  • ingressi di edifici senza tappeto da ingresso o ballatoi aperti: garantire la sicurezza antisdrucciolo anche quando bagnati; min. GS2/R11
  • ingressi di edifici senza tappeto da ingresso o ballatoi chiusi: classe di resistenza allo scivolamento GS1/R10
  • cucine: classe di resistenza allo scivolamento GS1/R10
  • locali sanitari: classe di resistenza allo scivolamento GB1/A
  • aree doccia all’interno dei locali sanitari: strato di rivestimento antisdrucciolevole o piastrelle antisdrucciolo di classe GB2/B

Requisiti specifici a seconda del tipo di disabilità

Ogni tipo di disabilità implica requisiti specifici per pavimenti e rivestimenti:

  • per persone in sedia a rotelle o con ausili alla mobilità: superfici sufficientemente dure e con poca resistenza al rotolamento e che provocano vibrazioni minime (Allegato B.1)
  • per persone a mobilità ridotta: superfici antisdrucciolo, senza ostacoli a rischio inciampo e che garantiscano un passo sicuro (Allegato B.1)
  • per persone con disabilità visiva: superfici ad alto contrasto, che non generino abbagliamento o riflessioni (Allegato D.1.5)

Raccomandazioni del Centro
per persone non vedenti: superfici con diverse strutture riconoscibili al tatto ai sensi del capitolo 4.2

 

Potete trovare informazioni più dettagliate sul tema «Resistenza allo scivolamento» nella documentazione dell’upi  (Lista dei requisiti per pavimenti – Manuale: «Requisiti per la resistenza allo scivolamento in locali pubblici e privati con pericolo di scivolamento»).

 

Aggiornato al 31.10.2018

      Bauten mit Wohnungen: Abitazioni adattabili. Themen Fachinformationen: Rivestimenti per pavimenti.